Bacheca
Chi siamo
Le scuole
Le Comunità

I nostri progetti per l'a.s. 2016/17

Progetto interdisciplinare d’istituto

Scuola primaria

a.s. 2016/17

clicca sull'immagine per visionare il progetto

 

Laboratorio Attività espressive

«Il ritmo della gente di Capitanata»

Scuola primaria e dell’infanzia

a.s. 2016/17

clicca sull'immagine per visionare il progetto

 

 

Progetto interdisciplinare d’istituto

Scuola dell'infanzia

«I Diritti dei bambini»

a.s. 2016/17

clicca sull'immagine per visionare il progetto

 

 

Progetto d avvio alla lingua inglese

Scuola dell'infanzia-cinquenni

«Let's play with English»

a.s. 2016/17

clicca sull'immagine per visionare il progetto

Clicca qui per visionare il video

 

 

I nostri progetti per l'a.s. 2015/16

Progetto interdisciplinare d’istituto

Scuola primaria e dell’infanzia

a.s. 2015/16

clicca sull'immagine per visionare il progetto

 

 

Progetto Coninuità

Scuola primaria e dell’infanzia

a.s. 2015/16

clicca sull'immagine per visionare il progetto

 

I nostri progetti per l'a.s. 2014/15

Progetto d’istituto di Educazione alimentare

Scuola primaria e dell’infanzia

a.s. 2014/15

clicca sull'immagine per visionare il progetto

 

Cinema e Storia - 4^ edizione

«Cinema & Storia: eventi e scenari in pellicola...»

 

Progetto d’istituto per l' a.s. 2014/15 in rete con

Istituto Comprensivo «Foscolo-Gabelli»

Associazione Amici Fondazione Banca del Monte

Parrocchia «San Guglielmo e Pellegrino»

 

clicca sull'immagine per visionare il progetto
 

 

I nostri progetti per l'a.s. 2013/14

Diversi ma uguali

Tutelare e consolidare l’identità personale

Progetto d’istituto di Educazione alla Cittadinanza attiva
a.s. 2013/14


clicca sull'immagine per visionare il progetto

   

Calendario delle proiezioni. Clicca qui.

Cinema e Storia - 3^ edizione

«Cinema & Storia: eventi e scenari in pellicola...»

 

Progetto d’istituto per l' a.s. 2013/14 in rete con

Istituto Comprensivo «Foscolo-Gabelli»

Associazione Amici Fondazione Banca del Monte

 

clicca sull'immagine per visionare il progetto
 

   

Biblioteca Provinciale
Pinacoteca ‘900
Palazzetto dell’Arte
Teatro dei Limoni

clicca sull'immagine per visionare il progetto

   

 

Sicura-MENTE... INSIEME

Progetto di Educazione Stradale

clicca sull'immagine per visionare il progetto

Guarda il filmato

 

   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   

I nostri progetti per l'a.s. 2011/12

Scuola Primaria

Scuola dell'Infanzia

«Fogge, ajire e ogge sotte ‘u Cappellone ‘i Cruce»

«Io, la mia Scuola, la mia Città»

Prima:

Giochi e tempo libero

Si svilupperà in 4 unità didattiche:

Seconda:

Storie e leggende

«Io e gli altri a scuola»

Terza:

Prodotti della terra e gastronomia

«Io e la mia Città»

Quarta:

Monumenti e personaggi

«Tradizione e folklore»

Quinta:

Storia e Folklore

«Rispettiamo la città»

Visione progetto Primaria. Clicca qui

Visione progetto Infanzia. Clicca qui

 

Com'era la nostra città? Per vederlo clicca qui.

 

 

«Fogge ajire e ogge sotte ‘u Cappellone ‘i Cruce»

Progetto annuale per la scuola primaria a.s. 2011/12

 

Premessa

Il progetto si propone il recupero della  memoria storica della città, valorizzando al meglio le potenzialità di ogni scolaro e facendo di questa occasione un momento di crescita formativa ed educativa.

Il progetto può favorire l’occasione per promuovere, costruire e consolidare rapporti di collaborazione con gli enti territoriali nella consapevolezza che una scuola di qualità sa conservare la memoria del passato, ascoltare i segni del presente e guardare con responsabilità al futuro.

Il progetto si articolerà in due momenti:

• si partirà dal presente, dall’osservazione dell’esistente per chiedersi cosa c'era prima;

• ci si riporterà al passato, alla scoperta delle proprie radici, per conoscere come era la vita 100 o 1000 anni fa

Filo conduttore di questo viaggio nel tempo saranno anche le nuove tecnologie che hanno raccolto le tracce del passato e le hanno elaborate per affidarle al futuro.

Questi saranno alcuni degli  elementi che faranno del nostro progetto un momento di formazione «unico e speciale». 

Finalità

·        interiorizzare i valori della propria cultura;

·        sviluppare all’interno dell’ordinario scolastico una filosofia basata sulla premessa pedagogica della città come aula diffusa.

Obiettivi specifici

recuperare la memoria storica del paese e del territorio;

favorire la condivisione del patrimonio culturale;

stimolare il coinvolgimento emotivo e l’interesse nel conoscere il proprio contesto socio-ambientale;

stimolare lo sviluppo di una coscienza ambientale, del rispetto e dell’uso consapevole del territorio attraverso un processo di conoscenza e di appropriazione degli spazi.

rendere vivace e motivante l’apprendimento di molte discipline scolastiche;

trasformare quest’occasione in un momento di crescita formativa ed educativa;

sviluppare la consapevolezza di essere«cittadini»;

usare il computer come mezzo di ricerca delle informazioni e come veicolo di organizzazione e di comunicazione delle stesse;

promuovere la fruizione «consapevole» dei beni: progettare, progettarsi;

far comprendere la necessità e bellezza di crescere in una comunità;

Contenuti

Classe prima: Giochi e tempo libero

Classe seconda: Storie e leggende

Classe terza: Prodotti della terra e gastronomia

Classe quarta: Monumenti e personaggi

Classe quinta: Storia e Folklore

Metodologia 

La metodologia sarà caratterizzata da attività laboratoriali, che si avvarranno della ricerca-azione dei partecipanti, delle competenze  di docenti di scuole di vario ordine e grado e del confronto sulla base dei prodotti realizzati dai vari gruppi di lavoro.

I materiali prodotti saranno pubblicati sul sito della scuola  così che ognuno si possa sentire gratificato dal ritrovare nell'universo di internet il proprio contributo alla riuscita dell'iniziativa

e il materiale trasformato  in pagine web  rimarrà nella memoria del nostro istituto e costituirà un'importante «fonte storica e di documentazione» per chi vorrà recuperare un passato denso di tradizioni e di fatti storici e ambientali importanti.

Il progetto risponde alle esigenze di innovazione e rispetto della tradizione (nuove tecnologie, riscoperta delle tradizioni e delle proprie radici, apertura al territorio) a cui il POF dell’istituto pone particolare attenzione e fornisce l’occasione per promuovere, costruire e consolidare rapporti di collaborazione con gli enti territoriali e con tutte le componenti che intervengono nella quotidianità del Circolo.

Grazie alla trasversalità e alla molteplicità dei contenuti,offrirà l’opportunità di:

• rendere vivace e motivante l’apprendimento di molte discipline scolastiche;

• coinvolgere e facilitare l’inserimento di alunni con disabilità;

• superare, nella collaborazione con gli altri, i propri limiti;

• usare in modo vivo le nuove tecnologie;

• crescere e maturare nel confronto con gli altri.

Strumenti

Per la realizzazione del progetto si utilizzeranno sia materiali tradizionali (carta, cartoncino, colori, riviste, pastelli, pennarelli, china, carboncino), sia videocassette o DVD per gli approfondimenti, sia le nuove tecnologie.

L’uso delle nuove tecnologie, che ogni docente inserisce nel proprio percorso, sarà fondamentale nella realizzazione del progetto. Sarà, come sempre, evidente  come lavorare con le Nuove Tecnologie significhi usare nuove e più efficaci forme di informazione, formazione, comunicazione e documentazione per conservare (futuro della memoria) e valorizzare il materiale prodotto.

Gli alunni consolideranno l'uso di:

•  programmi di videoscrittura;

•  internet ed i principali motori di ricerca per la ricerca dei contenuti;

•  e-mail;

•  mail Art;

•  scanner;

•  fotocamere e videocamere.

La mail art, ovvero l’arte postale per corrispondenza, è un movimento artistico che utilizza il servizio postale per comunicare, per far circolare l’arte.

L’idea di utilizzarla per far conoscere la nostra città e la sua trasformazione nel tempo, per farne apprezzare le ricchezze e salvaguardarne i beni presenti, deriva dal fatto che l’arte unisce, emoziona, sperimenta, è creativa ma anche scientifica.

La mail–art rappresenta la voglia di aprire una finestra sul mondo all’esterno della scuola, di recuperare il valore dello scambio epistolare, di esprimersi utilizzando diversi linguaggi, di vivere il momento dell’attesa e il desiderio di scoprire e immaginare chi c’è dall’altra parte.

Valutazione

Per la valutazione si farà riferimento a:

a) rapporto tra progetto e processo formativo, tra gli obiettivi dichiarati e quelli via via conseguiti

b) opinioni e giudizi di tutti i partecipanti

c) attività dei gruppi di lavoro e loro prodotti.

Metodi per la valutazione:

a) osservazione costante su schede strutturate

b) discussione per il confronto di idee, conoscenze …

c) somministrazione di questionari.

Documentazione

Sarà prodotto una documentazione del percorso didattico effettuato sia in formato cartaceo che multimediale, attraverso gli elaborati grafici dei bambini con l’uso di diverse tecniche e anche attraverso «riprese» delle attività con macchina fotografica digitale.

Sarà realizzata una manifestazione finale con esposizione di lavori prodotti ed eventuali rappresentazioni/drammatizzazioni.

Durata

ottobre 2011 - maggio 2012 

 

 

Le Insegnanti

 

F.to Vincenza Arminio

F.to Consiglia Palumbo

F.to Amelia Scopece

F.to Lillykutty Mathew

F.to Loredana Di Giovanni

F.to Agaci Marques Alves

 

F.to Iolanda Perciato

 

 

La Coordinatrice pedagogica

 

 

F.to Camilla Fiadino

 

 

 

 

 

«Io, la mia Scuola, la mia Città»

Progetto annuale per la scuola dell'infanzia a.s. 2011/12

 

Premessa

Ciascuno di noi appartiene ad una comunità con la quale condivide tradizioni, cultura e lingua. Questa appartenenza contribuisce alla costruzione di quel processo di identità che fa di ciascuno di noi ciò che siamo e che ci rende riconoscibili gli uni dagli altri.

Nella costruzione della propria identità rientrano anche il senso di appartenenza alla comunità familiare, a quella scolastica e una positiva interazione con l’ambiente naturale ed umano.

La presa di coscienza di essere “cittadino del futuro”, appartenente ad una comunità, pone in essere un processo globale che deve partire dalla scuola dell’infanzia, prima agenzia educativa esterna, con la quale il bambino viene a contatto.

La scuola, dunque, deve trasmettere ai bambini gli strumenti culturali per imparare ad essere e a fare, nel rispetto e nella condivisione di quei valori indispensabili per l’assunzione di scelte responsabili verso se stessi e il territorio, per migliorare la qualità della vita, come sancito dalla Costituzione, riferimento indispensabile per essere cittadino attivo.

 

Motivazione

Il progetto “Io, la mia scuola, la mia città”, rivolto alla conoscenza della città di Foggia nasce per diversi motivi. Il primo motivo è dovuto alla presa di coscienza da parte delle insegnanti sul fatto che difficilmente i bambini di oggi si interrogano sulla storia del paese in cui vivono; raramente la loro famiglia vi risiede da generazioni, spesso i genitori vi abitano da una manciata di anni e in qualche caso loro stessi sono giunti da un altro comune d’Italia o da un altro paese del mondo.

Il secondo motivo riguarda la necessità, ormai avvertita da anni nella nostra comunità educativa, di utilizzare la scuola come luogo di ricerca e di conoscenza del proprio territorio per i bambini e per la cittadinanza.

Un altro motivo è da ricercare nella lettura delle Indicazioni per il Curricolo. In esse, infatti, ci sono precisi richiami alle finalità della scuola che deve porre al centro del processo educativo il bambino che apprende “con l’originalità del suo percorso individuale e le aperture offerte dalla rete di relazioni che lo legano alla famiglia e agli ambiti sociali”. Si tratta allora, per la scuola dell’infanzia, di elaborare gli strumenti di conoscenza necessari per far comprendere ai bambini i contesti naturali, sociali ed antropologici nei quali si trovano a vivere.

E’ in quest’ottica che il progetto, vuole aprire la scuola al territorio circostante facendola sentire un punto cardine della comunità di appartenenza ed anche un’agenzia educativa con la quale interagire costruttivamente per far sì che i bambini di oggi possano essere i cittadini di domani, capaci di partecipare consapevolmente alla costruzione della propria identità e di collettività più ampie e complesse.

 

Metodologia

Il percorso progettuale non sarà rigido né caratterizzato da una serie di nozioni relative alla propria città, da ripetere noiosamente fino a memorizzarle. Una delle finalità è quella di imparare ad amare la propria terra attraverso la ricerca, l’esplorazione, la conoscenza; ed ecco che diventa necessario evitare la noia e stimolare curiosità ed interesse creando per prima cosa un clima sereno, gioioso, solidale che sappia di “famiglia”. I bambini conosceranno la propria città attraverso il gioco, il cibo, la musica, il colore, le filastrocche, le poesie e tutto ciò che può essere associato ad un apprendimento divertente. Il ricorso alle attività ludiche è fondamentale con bambini piccoli come pure il partire da tutto ciò che è vicino ad essi, visto che si trovano in una fase di conoscenza percettiva, per cui sono in grado di afferrare intuitivamente e concretamente la realtà che li circonda.

Verranno coinvolti i nonni che con le loro conoscenze ed esperienze contribuiranno alla realizzazione del progetto e allo scambio scuola/società, che è essenziale per l’apertura della scuola al territorio. Inoltre, la loro presenza attiva ed emotivamente impegnata, rappresenta un grande valore sociale per i bambini sia sotto l’aspetto della tranquillità sia sotto l’aspetto dell’esperienza.

 

Percorsi operativi

·   Io e gli altri a scuola

·   Io e la mia città

·   Tradizione e folklore

·   Rispettiamo la città

 

Obiettivi formativi

·   Stabilire una buona relazione emotiva del bambino con il mondo esterno.

·   Mettere in relazione la propria identità con l’ambiente.

·   Maturare il senso di appartenenza alla propria città.

 

Obiettivi specifici di apprendimento

IL Sé E L’ALTRO

·   Scoprire una realtà alla quale si è legati emotivamente

·   Accogliere le caratteristiche della cultura di appartenenza condividendole con il gruppo

·   Rispettare e valorizzare il mondo circostante

IL CORPO E IL MOVIMENTO

·   Sapersi muovere con sicurezza nello spazio esterno all’ambiente scolastico seguendo comandi e indicazioni

·   Orientarsi secondo punti di riferimento dati

LINGUAGGI, CREATIVITA’, ESPRESSIONE

·   Costruire un percorso di osservazione e realizzare, in maniera simbolica, le conoscenze acquisite

·   Leggere i segni grafici più facilmente riconoscibili

·   Esprimere a livello grafico-pittorico e costruttivo gli aspetti dell’ambiente in esame

·   Favorire e sperimentare diverse tecniche di espressione e comunicazione

I DISCORSI E LE PAROLE

·   Descrivere le conoscenze acquisite con il proprio vissuto

·   Verbalizzare le informazioni acquisite

LA CONOSCENZA DEL MONDO

·   Scoprire uno spazio più ampio e diverso dalla propria casa e dall’ambiente scolastico

·   Acquisire una conoscenza più approfondita e dettagliata degli elementi dell’ambiente

Attività

·   Letture di storie

·   Verbalizzazione, da parte dei bambini, delle storie ascoltate

·   Drammatizzazione

·   Conversazioni libere e guidate

·   Rappresentazioni grafico-pittoriche e plastiche

·   Uscite didattiche

·   Rappresentazione simbolica dei percorsi effettuati

·   Giochi di regole, giochi motori e di ruolo

·   Giochi popolari di movimento

·   Esperienze culinarie

·   Rime, filastrocche e canti

·   Giochi logico-matematici

·   Esperienze folcloristiche

 

Materiali

Materiali strutturati e non, sussidi audiovisivi

 

Tempi

Da settembre a giugno

 

Spazi

Spazi interni ed esterni alla scuola, quartiere e città

 

Destinatari

Tutti i bambini della scuola

 

Personale coinvolto

Tutte le docenti

 

Verifica e valutazione

Occasionalmente l’insegnante osserverà i comportamenti e i livelli di competenza dei bambini, adeguando man mano il percorso ipotizzato alle loro esigenze e alle loro risposte.

 

Documentazione

·   Prodotti dei bambini

·   Documentazione fotografica dell’esperienza

·   Raccolta di elaborati individuali

·   Libri e oggetti costruiti dai bambini

I momenti più significativi e pregnanti dell’iter progettuale saranno documentati e pubblicizzati in una mostra per rivedere, riflettere, riappropriarsi del percorso e poterne concettualizzare i significati in una prospettiva di proiezione nel futuro.

 

 

 

Le insegnanti

 

F.to AGNUS ALPHONSA

F.to THRESIA DAISY

F.to MARTIN BINDU

La coordinatrice pedagogica

 

 

F.to CAMILLA FIADINO

 

 
 
 
 
 
 

I nostri progetti per l'a.s. 2010/11

Premessa

Le docenti della scuola primaria, unitamente a quelle della terza sezione della scuola dell’infanzia, nel corrente a.s. 2010/11, intendono arricchire l’offerta formativa con due progetti: «Buon compleanno, Italia!», per celebrare il 150° anniversario dell’unità e «Saperi e Sapori – L’arte della salute» per ottemperare all’analoga iniziativa promossa dal MIUR. I due progetti saranno realizzati parallelamente e, in nome dell’unitarietà dell’insegnamento, si “contamineranno” a vicenda intersecandosi con le discipline curricolari.

 

 

«Buon compleanno, Italia!»

 

Classi prima, seconda e terza

Il Tricolore

 

Cinquenni  scuola dell'infanzia

Classe quarta

Puglia.. da mangiare

 

Classe quinta

Sorelle dìItalia... al piatto

 
   

Manifestazione finale: prima settimana di giugno 2011

 

 

BISOGNI FORMATIVI RILEVATI

Contrastare la globalizzazione e l’omologazione dei comportamenti che portano ad una riduzione delle differenze culturali e sociali

Combattere gli atteggiamenti d’intolleranza e di campanilismo

Sviluppare il senso sociale

Tutelare e consolidare l’identità individuale, familiare,sociale e valorizzare le peculiarità legate alla propria storia, alle proprie radici

DESTINATARI

124 alunni della scuola primaria, 17 alunni cinquenni della scuola dell’infanzia

Tutte le docenti della scuola primaria e due della scuola dell’infanzia

OBIETTIVI COGNITIVI

conoscere, pensare criticamente, concettualizzare, esprimere giudizi personali

Conoscere e/o approfondire il concetto di cittadinanza attiva e i principi fondanti della Costituzione

Conoscere i simboli e la relativa storia dell’identità nazionale (la bandiera, l’Inno nazionale, le istituzioni), locale, provinciale, regionale e europea

Conoscere le radici storiche delle problematiche attuali relative alla violazione dei diritti umani Riflettere e diventare consapevoli di come possiamo oggi essere cittadini e di come possiamo migliorare il mondo in cui viviamo con atteggiamenti responsabili e positivi, per evitare che emergano comportamenti devianti

OBIETTIVI COMPORTAMENTALI

Approccio ai problemi in qualità di membri della società italiana

Assunzione di responsabilità;

Comprensione e apprezzamento delle differenze culturali;

Sviluppo del pensiero critico;

Disponibilità alla soluzione non violenta dei conflitti;

Sviluppo della sensibilità verso la difesa dei diritti umani;

Partecipazione politica a livello locale, nazionale e internazionale

OBIETTIVI SOCIO-AFFETTIVI

Provare, fare esperienza, valutare, essere capaci di decentramento e di empatia

Sviluppare il senso di coesione sociale

Sviluppare il senso di appartenenza al territorio locale e nazionale

Educare alla pari dignità delle persone

ARTICOLAZIONE E TEMPI DI ATTUAZIONE

Prima Fase: Ottobre-Dicembre

Seconda Fase: Gennaio–Maggio

SPAZI

Aule Scuola Primaria

Sala verde per proiezioni

Laboratorio di informatica

Palestra per esercizi di danza

Laboratorio musicale

Cortile interno per esercitazioni e parata finale

TEMI, CONTENUTI, ARGOMENTI

Costruzione della Carta d’Identità della Repubblica Italiana

I personaggi ed i fautori dell’Unità d’Italia:Vittorio Emanuele II e Camillo Benso conte di Cavour

Lettura e comprensione di alcuni articoli della Costituzione Italiana

Laboratorio di informatica: costruzione di un ipertesto sull’ argomento

Laboratorio di danza e musica: danze popolari e canti

STRUMENTI E TECNOLOGIE

Utilizzo del PC, Stereo, Videoproiettore, Strumenti musicali, Semplici partiture musicali

MODALITA’ DI VERIFICA E VALUTAZIONE

Schede, questionari inerenti lo studio svolto sull’identità nazionale, questionari inerenti i brani letti o ascoltati; qualità del prodotto multimediale, impegno rilevato nelle performance musicali e danzanti, verbalizzazioni

MODALITA’ D’INTERPRETAZIONE-VALUTAZIONE DEI RISULTATI DELLA VERIFICA

La valutazione sarà espressa in decimi. I questionari di verifica saranno elaborati secondo i seguenti criteri:10 quesiti, 1 punto per ogni quesito esatto, meno1 punto per ogni quesito errato, 0 punti per ogni quesito senza risposta.

DOCUMENTAZIONE

Raccolta di lavori cartacei, prodotto multimediale (ipertesto) su pen-drive, documentazione fotografica della parata finale.

 

 

 

 

 

 

 

Saperi e Sapori... L'arte della salute

 

Classe prima

 Un arcobaleno di salute

 

Classe seconda

 La terra ci nutre

 

Classe terza

 Alice in Wonderland

 

Classe quarta

 Paese che vai...

 

Classe quinta

 Sapori della Daunia

 
   

 Manifestazione finale: «Una scuola ... di gusto» martedì 31 maggio 2011

Obiettivi Formativi

Comprendere le proprietà salutari degli alimenti e la nuova visione dei rapporti: uomo-cibo-comportamento per diventare protagonisti delle proprie scelte alimentari.

Sviluppo di una nuova consapevolezza alimentare, finalizzata al massimo livello di salute e di benessere psico-fisico.

Durata complessiva del progetto

Anno scolastico 2010/11 con possibilità di prosecuzione, dopo la verifica.

Modalità di attuazione

Autoformazione delle docenti, realizzato sotto forma di laboratorio, finalizzato all’acquisizione delle conoscenze e delle competenze necessarie a condurre con i propri alunni laboratori di «Saperi e Sapori»

Attività teatrali con gli alunni, adeguate all’età e alla classe frequentata

Mostra finale dei lavori

Metodologia

Il percorso formativo prevede:

Lezioni frontali per l'acquisizione di contenuti essenziali alla comprensione che l'energia che prendiamo dal cibo e dall'ambiente che ci circonda, modella la nostra natura caratteriale ed influisce sulle modalità del nostro comportamento.

Analisi e confronto del proprio comportamento alimentare.

Integrazione dei processi di conoscenza e di apprendimento per tradurli in obiettivi e successivamente in pratica.

Individuazione di contenuti funzionali al loro raggiungimento.

Strutturazione di opportune attività didattiche di gruppo, fortemente motivanti.

Creazione di un laboratorio di 'saperi ' e di 'sapori '.

Osservazione guidata delle caratteristiche alimentari di alcuni cibi.

Monitoraggio e valutazione

Monitoraggio e valutazione tramite operatività, test, grafici e cartelloni.

Il  percorso vedrà coinvolte direttamente e non anche l'educazione sanitaria e quella ambientale, passando attraverso canali fondamentali che sono: la famiglia, la scuola e la pubblicità intesa come espressione del mondo della produzione. Infatti la realtà attuale vede da un lato l'ambiente familiare che incide sul comportamento alimentare, dall'altro la scuola con la propria metodologia e dall'altro ancora, la controparte che è la voce dell'interesse politico-economico martellante della pubblicità, che non sempre risponde e si accorda ai criteri di una sana e corretta alimentazione.

Di qui la necessita di comprendere per agire consapevolmente e intelligentemente le proprie scelte. Il percorso formativo prevede infine anche la partecipazione dei genitori.

Modalità di verifica

Elaborazione di schede, grafici, diagrammi e cartelloni

Contenuti e Attività

Tarati in base alla classe frequentata

Raccordi interdisciplinari

Sarà possibile, a seconda dell’età dei bambini e della classe frequentate, realizzare raccordi interdisciplinari con storia (come ci si alimentava al tempo di..?); geografia (prodotti alimentari e modalità di preparazione in luoghi diversi e lontani); scienze (componenti nutrizionali dei vari alimenti); ecc…

Destinatari

Tutti gli alunni di scuola primaria (124) e cinquenni dell’infanzia (17)

Tempi

Intero anno scolastico, mediamente per un’ora settimanale.

Luoghi

Aula, spazi laboratorio (informatico, multimediale, grafico-pittorico)

Strumenti

Computer, materiale da disegno, CD, DVD, libri, giornali, attrezzi e utensili da cucina

Docenti partecipanti

Tutte le docenti di scuola primaria e due dell’infanzia, durante l’orario d’obbligo.

Monitoraggio e valutazione

E’ previsto un monitoraggio in itinere secondo una scansione quadrimestrale ed una valutazione finale, secondo i seguenti indicatori:

1.gradimento docenti

2.sintesi ragionata delle verifiche degli apprendimenti

Gradiente di successo per gli indicatori:

dal 10 al 30%: scarso

dal 30 al 50%: soddisfacente

dal 50 al 70%: buono

dal 70% in poi: ottimo

 

 

 

 

© Istituto San Giuseppe - 2010